Archivio: Sguardi oltre lo schermo

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: TEATRO DELL’ASSURDO

Avete presente quando la connessione diventa debole, l’immagine dell’interlocutore si blocca ad un quadro che avrebbe fatto sognare Picasso e si sente soltanto “non...pens...qu...mi...al...dì...”? Durante quei momenti mi venivano spesso in mente, opere del teatro dell’assurdo in cui la comunicazione umana fallisce ed escono fuori frasi senza senso, parole scomposte, dialoghi che suscitano sorriso nonostante la condizione tragica che vivono i personaggi.  Comunità e partecipazione. Ma come si fa a distanza? Come si fa relazione attraverso il teatro senza la presenza dei corpi? Come si fa da una stanza? Non dalla stessa, ognuno dalla propria... Provo a vedere questo ... Leggi di più

6 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: NELL’OCCASIONE DI UNA PANDEMIA

Lavoro come operatrice da molti anni presso la CON Carrera. Cosa è successo in questo tempo? Cosa ho fatto, pensato, comunicato e scelto – quando è stato possibile farlo – come operatrice sociale? Inizierò dalla fine, perché la conservo con più nitidezza. Le norme del convivere erano già ampiamente riviste ed assimilate a quel tempo. Tenere la mascherina chirurgica e le distanze prescritte. Usare stoviglie monouso. Creare porzioni singole di cibo. Disinfettare le superfici più e più volte idem per le mani, che non ci diamo più. Non scambiarsi oggetti. Stare uno per volta di fronte al forno a ... Leggi di più

6 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: COMUNICAZIONE A DIST-ANSIA

- Io non lo so perché ma ho tanta paura di questo virus. - H., avere paura è normale, la paura ci permette di riconoscere i pericoli e di affrontarli, ma non devi farti paralizzare dalla paura. Questa malattia è rischiosa, però tu sei giovane e stai prendendo tutte le precauzioni necessarie per evitare il contagio. - Io ho paura anche per mia mamma. Perché domani lei va a lavorare. - Domani mattina facciamo una videochiamata tutti insieme e ne parliamo anche con papà e con tua sorella. Lei come sta? - Lei sta bene, è una bambina, lei ... Leggi di più

6 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: RUMORI ARMONICI

E all'improvviso cambia tutto. Il divieto assoluto di poterci incontrare e fare insieme. Come ogni giorno da sempre. Mi sembra una follia, ma è verità. Scopro un nuovo modo di lavorare, nuove opportunità di rimettersi in gioco, nuove difficoltà. E scopro dettagli di famiglie, tenere dolcezze, nuove ingenuità, incertezze e colori umani mai osservati prima Guardo l 'altro attraverso lo schermo ed ho paura di non arrivargli alle orecchie, allo stomaco, al cuore. Ma non è così. La relazione è anche parola piena di intenzione. Si "entra" nelle case con complessità e sfida e via via si alternano momenti ... Leggi di più

6 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: SUPEREROI

Mentre tutti si rifugiavano in casa seppellendosi sotto strati di mascherine, immersi in soluzioni-alcoliche-gel per la disinfezione di mani, viso, corpo e capelli; ripulendo e igienizzandosi anche dai propri peccati, noi abbiamo continuato a lavorare con i senza dimora nei dormitori e in strada. Immaginate cosa può esser stato proporre a chi vive in strada di indossare una mascherina, lavarsi spesso le mani, stare attento a non spargere moccio in giro, o chiedere di destreggiarsi in contorsioni per avvicinare il gomito al naso in caso di starnuto. Arrivati a questo punto, alla fine di questo lungo periodo di clausura, ... Leggi di più

3 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: CHI SEI? DOVE SEI? QUALE SCHERMO?

Ci siamo tutti? Io non vi sento. Dice che non riesce a collegarsi. Forse manca ancora qualcuno. Ma voi sentite me? Sta facendo l’aggiornamento, ma arriva. Eppure sono certa manchi ancora qualcuno. Provo dal computer, forse è il microfono. Ecco, l’aggiornamento proprio oggi. Arrivati, finalmente, eccoci tutti! È così che iniziano le nostre attività. Il traffico, il parcheggio che non si trova, il civico non segnato o il ritardo dettato dalla paura di qualcosa di nuovo che inizia, oggi sono invece connessioni deboli, suoni con interferenze, voci di sottofondo che distraggono, schermi che ci obbligano a fare i conti ... Leggi di più

3 Novembre 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: IO RESTO QUA

Vedo Rachel dopo 2 mesi. Due mesi in cui non è mai uscita di casa. Mi dice “Andiamo ai giardini?”. Non si può deludere una richiesta del genere il primo giorno di fine lockdown. Cosi io, Rachel, Chiara (la sorellina di un anno e mezzo) e la loro mamma usciamo di casa. Le bambine sono euforiche, sembra tutto nuovo. L’erba, il fiumiciattolo vicino casa, gli alberi. Decidiamo così di fare una piccola passeggiata e arriviamo davanti alla scuola di Rachel. Lei si ferma, si immobilizza. Poi chiede: “Posso?”. La sua mamma annuisce, così Rachel di corsa sale le scale ... Leggi di più

23 Giugno 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: CI VUOLE MOLTO POCO

Il cosiddetto lockdown non mi è pesato per niente. Anche se a una festa divento, molto facilmente, il capo animatore turistico di turno non sono uno dai mille amici ed eventi mondani. Poi francamente, ringrazio che finalmente si siano decisi a legiferare riguardo quelli che hanno il vizio di parlarti a 5 cm dal naso e che durante un discorso si sentono in dovere di toccarti a ogni chiusura di un periodo. Era ora! Mio figlio ha anche fatto amicizia con le persone con disabilità che quotidianamente contatto in videochiamata. Con una fa i compiti di matematica, con un’altra ... Leggi di più

16 Giugno 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: CI SEI ANCORA

È un momento sospeso. È come stare in una bolla dove il tempo è immobile ed i pensieri fanno più rumore del solito. L’emergenza sanitaria ha costretto ognuno di noi, come persone e come operatori sociali, a cambiare le nostre abitudini sociali e lavorative. Io mi occupo, fra gli altri, di un progetto Housing First, basato sul principio fondamentale che la casa sia un diritto di tutti e che sia la prima e più efficace risposta al fenomeno delle persone senza dimora. È un approccio innovativo che si affianca e stravolge i modelli adottati finora e che prevede la ... Leggi di più

16 Giugno 2020|

SGUARDI OLTRE LO SCHERMO: MOVIMENTI SCOMPOSTI

Sono diventata Sporty spice. Ero lì tranquilla che mi accingevo a vivere una normale giornata di quarantena tra lieviti madre e serie TV, il tutto rigorosamente in posizione orizzontale, una di quelle giornate nelle quali cambi posizione solo quando non senti più le chiappe, quand'ecco che arriva il messaggio tanto temuto e da troppo tempo nell'aria: “Domani equipe su Skype.” No, non è il titolo di un horror adolescenziale ambientato on line tipo "Cell"o "Unfriends" . È realtà. Persone che fino all'altro ieri andavano in panico quando si doveva aggiornare la password della casella di posta, dovevano ora scaricare un'app, ... Leggi di più

16 Giugno 2020|
Torna in cima